Ponte Leproso

 

Probabilmente costruito dai Sanniti e restaurato in seguito da Appio Claudio, da Settimo Severo e M. Aurelio Antonino. Per la sua magnificenza si chiamò prima Marmoreo, ma in seguito il suo nome si trasformò in “Leproso” o “Lebbroso” forse della probabile presenza di un ospedale per lebbrosi. Su questo ponte si innestava la via Appia prima di entrare in Benevento. Il fiume Sabato che scorre sotto le sue quattro arcate (un tempo cinque), ricorda antichi fatti e personaggi.